Figc, Gravina: “Sì capienza degli stadi al 75%, ma occorre responsabilità”

Il presidente della Figc in visita in Sicilia invita i tifosi a mantenere atteggiamenti responsabili, sottolineando poi l'obiettivo di rendere Palermo una tappa fissa per la Nazionale femminile di calcio

newsby Francesco Cammuca22 Novembre 2021



Gabriele Gravina invita i tifosi che affollano gli stadi a mantenere comportamenti responsabili, in modo da non subire conseguenze sul tema della capienza degli impianti. Il presidente della Figc, in visita alla sede regionale siciliana in provincia di Palermo, fa capire che c’è la ferma volontà della Federazione nel mantenere la capienza al 75%. “C’era chi spingeva per la capienza al 100% quando eravamo ancora al 50%. Bisogna stare calmi e soprattutto invito i tifosi a comportarsi in maniera responsabile. Non vorremmo essere costretti, qualora continuassero determinati comportamenti, a prendere provvedimenti” ha affermato Gravina.

Gravina: “Palermo può essere sede fissa per l’Italdonne”


Nel corso della visita siciliana, il presidente della Figc Gravina svela la sua intenzione di rendere Palermo una meta fissa della Nazionale femminile di calcio. Nella settimana che porta alla sfida contro la Svizzera, considerata decisiva per il cammino di qualificazione ai Mondiali, il presidente della Figc fa capire che lo stadio “Renzo Barbera” potrebbe non essere una tappa transitoria nel cammino delle azzurre.”Ambiamo a rendere Palermo una delle sedi fisse per la nostra Nazionale. Confidiamo nel fatto che avvenga un’opera di ammodernamento dell’impianto in base agli standard internazionali. Questo anche per consentire di ospitare eventi internazionali di livello” ha sottolineato Gravina.

Mondiali: “A marzo rivedremo l’Italia che ci ha fatto sognare”


Parlando della qualificazione ai Mondiali, il presidente della Figc ha ammesso un po’ di scoramento per la fine del cammino nel girone di qualificazione. Tuttavia rimane forte la convinzione che l’Italia si qualificherà ai Mondiali del Qatar 2022. “C’è del rammarico per non aver sfruttato questi due jolly. In particolare dopo la partita di Roma contro la Svizzera in cui potevamo chiudere subito i giochi” ha ammesso Gravina.

Non abbandoniamo il sogno di andare in Qatar. Sono convinto che con una buona preparazione fisica e mentale e con il recupero di quei giocatori che ci sono mancati, a marzo rivedremo la Nazionale che ci ha fatto sognare durante la scorsa estate” ha concluso il presidente della Figc.

 


Tag: FigcGabriele GravinaQatar 2022Qualificazioni Mondiali 2022stadi