Energia, Patuanelli: “M5s parla da 15 anni di transizione ecologica”

Il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, è intervenuto alla conferenza stampa sulle comunità energetiche dove ha sottolineato il ruolo del M5s all'interno del discorso sulla transizione ecologica

newsby Davide Di Carlo24 Novembre 2021



Il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, è intervenuto alla conferenza stampa sulle comunità energetiche. Il ministro ha sottolineato l‘importanza della transizione ecologica, una questione che il Movimento 5 Stelle porta avanti da diverso tempo.

Oggi tutto il mondo parla di transizione ecologica, il M5s lo faceva 15 anni fa da solo. Se ci avessero ascoltati, forse saremmo in una situazione diversa” ha sottolineato Patuanelli.

La comunità energetica rientra in un contesto di opzioni che gli agricoltori avranno per la diversificazione del reddito. Oggi il tema del reddito in agricoltura è centrale. Creare le capacità di diversificazione del reddito è fondamentale per sostenere la capacità che le nostre filiere agroalimentari hanno di produrre beni e cibo di qualità, a prezzi accessibili a tutti” ha affermato il ministro.

Energia, Cingolani: “Da Global Energy Alliance obiettivo enorme”


Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, in occasione del convegno “L’energia condivisa conviene a tutti” ha ribadito il ruolo cruciale delle comunità energetiche.

Nel decreto legislativo che recepisce la Direttiva europea Red 2 ci sono strumenti innovativi, che intendiamo giocarci bene anche a livello europeo nella Fit for 55, tra cui quello delle comunità energetiche, per produrre localmente tramite fonti rinnovabili l’energia energetica necessaria al proprio fabbisogno, fatto da gruppi di auto consumatori che agiscono in maniera collettiva o da comunità integrate. E più saremo in grado di creare comunità di questo tipo più daremo un forte contributo alla decarbonizzazione“.

Il ministro ha poi citato la “Global Energy Alliance” stabilita nel corso della Cop26 di Glasgow.

Il Pnrr ha già stanziato 2,2 miliardi di investimento per garantire 2 gigawatt di potenza e ora anche l’Europa si sta muovendo. Una delle cose migliori capitate nella Cop26 è la Global Energy Alliance ha come obiettivo enorme un investimento di 100 miliardi che dovrà portare a uno scenario di 4miliardi di kg Co2 risparmiati per portare energia” ha concluso il ministro Cingolani.

Manovra, Conte: “Relatori? Confronto in atto, no veti M5S su Errani”


Presente alla conferenza stampa sulle comunità energetiche anche il presidente del M5s Giuseppe Conte che ha ribadito la priorità delle energie rinnovabili.

Per noi gas e nucleare non rientrano nelle qualificazioni di energie verdi. Questo non significa demonizzarle, ma che quelle non sono le energie da incentivare semmai lasciarle al libero mercato. Per noi sono da incentivare le fonti rinnovabili” ha specificato Conte.

Parlando poi della questione del relatore al bilancio “c’è un confronto in atto, che mi sembra sereno con le altre forze politiche” ha sottolineato il leader pentastellato. “E si scioglierà dopo l’esito di questo confronto, secondo le regole del Senato. Chiariamo che da parte del Movimento non c’è stato nessun veto, men che meno nei confronti di Vasco Errani che, io personalmente ma anche il M5S, stima e considera di valore” ha concluso Giuseppe Conte.


Tag: EnergiaGiuseppe ConteRoberto CingolaniStefano PatuanelliTransizione ecologica