Milano, Bernardo presenta esposto per mancanza di spazi elettorali

Il candidato sindaco del centrodestra: "Il 45% dei milanesi non sa che si vota. Chiediamo al prefetto di intervenire per una questione di democrazia"

article
newsby Antonio Lopopolo14 Settembre 2021



Il candidato sindaco del centrodestra a Milano, Luca Bernardo, ha presentato oggi un esposto in Prefettura per protestare contro la mancanza di spazi elettorali negli appositi tabelloni in città. Sono infatti 28 le liste per 24 spazi, una mancanza che il Comune ha promesso di sanare entro domani.

Milano, spazi elettorali: esposto di Bernardo

“Il 45% dei milanesi non sa del fatto che c’è la campagna elettorale e che si vota il 3 e 4 ottobre – ha spiegato Bernardo prima di entrare in Prefettura a Milano -. Un’altra parte dei cittadini è indecisa e vorrebbe abbinare i cognomi e nomi ai volti, cosa che per il sindaco uscente è molto più facile perché ha governato già cinque anni e ha fatto Expo.

“Chiediamo al prefetto di intervenire per una questione di democrazia perché il 4 settembre è partita la campagna elettorale e oggi siamo al 14 settembre, sono quindi passati diversi giorni rispetto ai tempi normali”. Il Comune dice che rimedierà entro domani? “Ci fidiamo che possano completare le plance nuove – ha concluso il pediatra –. Ma domani è il 15 settembre e un terzo e più della campagna elettorale è passato senza che i cittadini sappiano che candidati ci sono”.

Sul tema è intervenuto anche Manfredi Palmeri, attuale consigliere comunale e regionale candidato nella lista civica di Bernardo. Questo esposto, ha commentato, “non è un’accusa, ma un esposto oggettivo. Qui viene leso il diritto fondamentale del corpo elettorale. Chiediamo quindi al prefetto il ripristino delle condizioni democratiche. Non è una richiesta di rinvio delle elezioni, ma ci deve essere un periodo di campagna elettorale garantito”.


Tag: Elezioni AmministrativeLuca BernardoManfredi PalmeriMilano