Ucraina colpita da attacco informatico punta il dito contro Mosca

"Abbiate paura e aspettatevi il peggio" questo il messaggio comparso su oltre 70 siti governativi ucraini hackerati durante la notte, durante uno dei peggiori attacchi informatici al Paese, sempre più in allerta per la vicina Russia

article
newsby Giulia Martensini14 Gennaio 2022


L’Ucraina è stata colpita da un massiccio attacco informatico che ha avvertito i suoi cittadini di “aver paura e aspettarsi il peggio“.

Funzionari ucraini stanno ora indagando sull’enorme attacco informatico, che secondo loro ha colpito circa 70 siti Internet di organismi governativi. Tra questi  il ministero degli Affari esteri, il gabinetto dei ministri e il consiglio di sicurezza e difesa. Sebbene abbiano evitato di accusare direttamente Mosca, hanno chiarito che la Russia era sospettata.

Cyber attacco contro l’Ucraina: “Aspettatevi il peggio”

Ucraino! Tutti i tuoi dati personali sono stati caricati sulla rete pubblica. Tutti i dati sul computer sono stati distrutti, è impossibile ripristinarli” recitava il messaggio visibile sui siti web del governo violati, scritto in ucraino, russo e polacco.

Tutte le informazioni su di te sono diventate pubbliche, abbi paura e aspettati il ​​peggio. Questo è per il tuo passato, presente e futuro.
Il portavoce del ministero degli Esteri ucraino ha detto che era troppo presto per dire chi fosse l’autore, ma la Russia si era resa protagonista di attacchi simili in passato. Mosca non ha commentato immediatamente, ma in precedenza aveva negato di essere dietro gli attacchi informatici, anche contro l’Ucraina.

Il governo ucraino ha affermato di aver ripristinato la maggior parte dei siti interessati e che nessun dato personale è stato rubato. Numerosi altri siti web del governo erano stati sospesi per impedire la diffusione dell’attacco.

Tutti gli indizi portano a Mosca

Il principale diplomatico dell’Unione europea, Josep Borrell, ha condannato fermamente l’attacco.  Affermando  che il comitato politico e di sicurezza dell’UE e le unità informatiche si incontreranno per vedere come aiutare Kiev. “Non posso incolpare nessuno perché non ho prove, ma possiamo immaginare” ha dichiarato.

Il messaggio lasciato dall’attacco informatico era costellato di riferimenti che facevano eco alle affermazioni di lunga data dello stato russo, respinte da Kiev, secondo cui l’Ucraina è schiava di gruppi nazionalisti di estrema destra. Ha anche fatto riferimento ai luoghi delle uccisioni perpetrate nella Polonia occupata dai nazisti dai ribelli ucraini, un punto di contesa tra Polonia e Ucraina.

Gli sviluppi si sono sviluppati poche ore dopo la conclusione dei colloqui senza alcuna svolta tra la Russia e gli stati occidentali. Il timore è che Mosca possa lanciare un nuovo attacco contro un Paese che ha invaso nel 2014.

La Russia aumenta le truppe al confine

Nel frattempo la Russia, che ha ammassato più di 100.000 soldati sulla frontiera del suo vicino, oggi ha rilasciato immagini TV di altre forze schierate in un’esercitazione.

Il filmato del Ministero della Difesa russo diffuso dall’agenzia di stampa RIA mostrava veicoli blindati e altro materiale militare caricato sui treni nell’estremo oriente russo. In quella che Mosca ha definito un’esercitazione di ispezione per esercitarsi a dispiegarsi su lunghe distanze.

Questa è probabilmente una copertura per le unità che vengono spostate verso l’Ucraina“, ha affermato Rob Lee, analista militare.

Braccio di ferro tra Mosca e Washington

Il tamburo della guerra risuona forte“, ha affermato giovedì Michael Carpenter, ambasciatore USA presso l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), al termine dei colloqui.
La Russia ha sempre negato l’intenzione di attaccare l’Ucraina. Tuttavia ha affermato che potrebbe intraprendere un’azione militare non specificata a meno che l’Occidente non accolga le sue richieste. Inclusa la promessa dell’alleanza NATO di non ammettere mai Kiev.

Il ministro degli Esteri Sergei Lavrov ha affermato oggi che la Russia spera che i colloqui di sicurezza con gli USA riprendano. Ma ciò dipenderà dalla risposta di Washington alle proposte di Mosca.
Non accetteremo categoricamente l’apparizione della NATO proprio ai nostri confini, soprattutto considerando l’attuale corso della leadership ucraina“, ha affermato.

Giovedì gli USA hanno avvertito che la minaccia di un’invasione militare russa era alta, anche se la Russia lo ha costantemente negato. Mosca ha ribadito che il dialogo stava continuando ma stava raggiungendo un vicolo cieco mentre cercava di persuadere l’Occidente a impedire all’Ucraina di aderire alla NATO e tornare indietro di decenni di espansione dell’alleanza in Europa.

Washington e la NATO hanno sempre respinto con forza tali richieste. Tuttavia si sono dichiarati disposti a parlare di controllo degli armamenti, dispiegamento di missili, misure di rafforzamento della fiducia e limiti alle esercitazioni militari.

 

 

 


Tag: cybersecurityNatoRussiaUcraina