Razzismo, Nardella: “Verso incontro fra tifoso Fiorentina e Koulibaly”

Il sindaco di Firenze: "Dobbiamo sradicare il razzismo dagli stadi". Inaugurata Florence Biennale: "Necessario far ripartire l'economia con l'arte"

newsby Emanuele De Lucia23 Ottobre 2021



Dopo gli insulti razzisti urlati da un tifoso della Fiorentina nei confronti del calciatore del Napoli Kalidou Koulibaly, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, sta preparando un incontro tra i due, dopo aver sentito il legale del ragazzo autore delle frasi discriminatorie.

Razzismo, Nardella: “Un messaggio di civiltà”

“Sono molto felice di questa disponibilità del calciatore Koulibaly. Abbiamo instaurato dei contatti col giovane tifoso e il suo legale – ha detto il primo cittadino -. Questo incontro sarebbe un fatto molto bello e importante sopratutto per la tifoseria fiorentina, che è nota per la sua correttezza, ma anche per il calcio in Italia e nel mondo. Sarebbe un grande messaggio di maturità, civiltà. Vogliamo sradicare per sempre il razzismo dagli stadi”.

Biennale Firenze: “Economia riparta con l’arte”


Intanto, alla Fortezza da Basso di Firenze si è tenuta oggi l’inaugurazione della tredicesima edizione della Biennale dedicata all’arte contemporanea, aperta fino al 30 ottobre. Tra i presenti, anche lo stesso Nardella: “La ripartenza della città ormai è un dato di fatto. La Biennale di Firenze arriva alla sua tredicesima edizione”.

“Questa fiera sta crescendo di anno in anno”

“Questa fiera sta crescendo di anno in anno. Si è aperta al design che è un filone fondamentale del made in Italy e si presenta con due grandi artisti come Michelangelo Pistoletto e Oliviero Toscani. In questo momento Firenze è davvero la capitale dell’arte contemporanea – ha concluso il sindaco di Firenze -. È necessario far ripartire l’economia accanto all’arte, il suo mercato, che è un’eccellenza dell’Italia, motore che ha dato spazio a giovani artisti.


Tag: Dario NardellaFirenzeKalidou KoulibalyRazzismo