Black Friday, dipendenti Amazon pronti allo sciopero globale

I dipendenti del gigante e-commerce hanno pianificato uno sciopero nel giorno più affollato dell'anno per quanto riguarda lo shopping online. L'obiettivo è chiedere migliori condizioni salariali e lavorative, spingere Amazon a pagare le tasse in modo equo e diminuire il proprio impatto sull'ambiente

article
Foto Unsplash | ANIRUDH
newsby Giulia Martensini25 Novembre 2021


I dipendenti di Amazon in tutto il mondo stanno pianificando uno sciopero in uno dei giorni di shopping più affollati dell’anno.

Make Amazon Pay è la coalizione di lavoratori e attivisti, sta organizzando le proteste del Black Friday. L’obiettivo è quello di chiedere al gigante della vendita al dettaglio di aumentare i salari, pagare più tasse e ridurre la sua impronta di carbonio, secondo il suo sito web.

La pandemia ha messo in luce come Amazon colloca i profitti davanti ai lavoratori, alla società e al nostro pianeta“, ha affermato Make Amazon Pay in una nota. “Amazon prende troppo e restituisce troppo poco.

Sciopero in 20 Paesi nel mondo

Gli scioperi avranno luogo in fabbriche, magazzini, data center, uffici aziendali e raffinerie di petrolio in tutto il mondo. Uno sciopero globale che comprenderà oltre 20 Paesi, dagli USA alla Gran Bretagna e diversi stati in Europa.

Make Amazon Pay ha pubblicato un elenco di 25 richieste sul suo sito Web che includono l’aumento dei salari e l’estensione del congedo per malattia retribuito, l’accesso ai sindacati ai siti di lavoro di Amazon, l’impegno a zero emissioni entro il 2030. Infine, tra le richieste, anche il pagamento delle tasse per “porre fine all’abuso fiscale attraverso lo spostamento degli utili, scappatoie e l’uso di paradisi fiscali, e fornendo piena trasparenza fiscale“.

Questa azienda è un profittatore della pandemia che può permettersi di fare di meglio“, ha affermato Mick Rix, della GMB Union. “È ora che Amazon si sieda con il sindacato dei lavoratori GMB e renda Amazon un posto di lavoro fantastico e sicuro“.

Il colosso e-commerce ha riportato una triplicazione dei profitti all’inizio di quest’anno, attribuita al suo successo durante la pandemia di Covid-19.

Owen Espley, del gruppo della campagna War on Want, ha dichiarato: “Il crescente potere di Amazon è una minaccia per le comunità e i lavoratori di tutto il mondo.  L’azienda sta abusando del suo dominio nella vendita al dettaglio online, nei servizi cloud e nella logistica, per creare una concorrenza sleale che sta abbassando gli standard per tutti. I lavoratori affrontano condizioni non sicure, sorveglianza costante e vengono trattati come robot“.

“È tempo che Amazon fornisca salari equi, tasse eque e paghi per il suo impatto sul pianeta“.

 Italia revocato lo sciopero dei corrieri Amazon per il Black Friday

Anche in Italia era stato indetto uno sciopero in occasione del Black Friday.
Tuttavia, l’accordo tra corrieri ha permesso la cancellazione dello sciopero di venerdì 26 novembre. La marcia indietro sulla protesta si deve alla firma dell’ipotesi di accordo tra le imprese che effettuano le consegne per conto di Amazon Italia Transport e Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. L’accordo contiene una serie di elementi migliorativi delle condizioni di lavoro e della parte economica della contrattazione di secondo livello.

 

 


Tag: AmazonBlack FridaySciopero