Peste suina africana, che cos’è? Quanto è diffusa in Italia?

È una patologia che colpisce i maiali e i cinghiali. Per gli animali in questione è contagiosa e spesso letale, ma non è trasmissibile agli esseri umani

article
La peste suina africana è molto pericolosa per i maiali e i cinghiali (Pixabay)
newsby Alessandro Bolzani14 Gennaio 2022


La peste suina africana è una malattia virale che colpisce i suini e i cinghiali selvatici. Per gli animali in questione è contagiosa e spesso letale, ma non è trasmissibile agli esseri umani. Al momento non esistono né vaccini né cure per la patologia.

Le ripercussioni della peste suina africana sull’uomo sono perlopiù economiche, perché le epidemie possono assestare un duro colpo al settore dell’allevamento. Una delle più grandi è esplosa nel 2014 in alcuni Paesi dell’Est dell’Unione Europea. Si è poi diffusa in altri stati membri, tra cui il Belgio e la Germania. Uscendo dai confini europei, si sono verificati dei contagi di peste suina africana in Cina, India, Filippine, Oceania e varie aree del Sud-Est asiatico. Si riteneva che in Italia fosse presente solo in Sardegna (dov’è stata endemica per parecchi decenni), ma di recente è stato riscontrato un caso in un cinghiale morto in Piemonte.

I sintomi della peste suina africana

La peste suina africana si manifesta con dei sintomi molto simili a quelli della peste suina classica. L’unico modo per distinguere le due malattie è condurre una diagnosi in laboratorio. I sintomi più comuni sono perdita di appetito, debolezza, febbre, aborti spontanei ed emorragie interne. Può causare anche il decesso improvviso dell’animale. Nella maggior parte dei casi i ceppi più aggressivi del virus sono letali (la morte avviene circa 10 giorni dopo l’insorgenza dei sintomi). I sottotipi del virus meno aggressivi possono contagiare gli animali senza dare luogo alla sintomatologia tipica.

Come si contagiano i maiali e i cinghiali?

Il contagio dei maiali e dei cinghiali sani può avvenire in seguito al contatto con un animale infetto o all’ingestione di carni o prodotti a base di carne di animali infetti. Anche il contatto con qualsiasi oggetto contaminato dal virus può determinare la trasmissione della malattia. Un’altra possibile fonte di contagio sono i morsi delle zecche infette.


Tag: maialiPeste Suina Africana