Eli Lilly, alla scoperta dell’azienda dei monoclonali per under 12

Negli Usa, l’Fda dà il via libera ai trattamenti anti Covid di Eli Lilly nei pazienti pediatrici e nei neonati: useranno gli anticorpi bamlanivimab ed etesevimab

article
(Pixabay)
newsby Alessandro Boldrini4 Dicembre 2021


L’Fda, la Food and Drug Administration, ha dato il via libera negli Usa per l’utilizzo degli anticorpi monoclonali nei pazienti con meno di 12 anni alle prese con il Covid-19. Lo si apprende da una nota di Eli Lilly, l’azienda farmaceutica che produce gli anticorpi bamlanivimab ed etesevimab.

Che ora potranno ricevere anche gli under 12 per il trattamento del nuovo Coronavirus e per la profilassi post-esposizione. Si tratta, come riferisce l’azienda stessa, del primo trattamento anticorpale autorizzato per i pazienti pediatrici e i neonati.

Studi sulla variante Omicron

Con l’autorizzazione dell’Fda, “Lilly può ora offrire opzioni di trattamento e prevenzione a individui ad alto rischio di qualsiasi età”. Lo afferma Daniel Skovronsky, medico, responsabile scientifico e presidente di Lilly Research Laboratories.

La casa farmaceutica di Indianapolis riferisce poi che “sta lavorando celermente per capire l’attività di neutralizzazione delle nostre terapie sulla variante Omicron. Inoltre, Eli Lilly rende noti i risultati dello studio clinico di fase 2 e 3 sui pazienti con meno di 12 anni.

Covid, sintomi spariti in 5-7 giorni

Dai test emerge che il tempo medio per la risoluzione completa dei sintomi del Covid è di sette giorni per chi ha ricevuto il mix di bamlanivimab 700 mg e etesevimab 1.400 mg. Scende invece a cinque giorni in caso di dosaggio basato sul peso di entrambi i monoclonali.

Finora, oltre 700mila bambini hanno ricevuto trattamenti basati su bamlanivimab o bamlanivimab ed etesevimab. Questi sono riusciti a prevenire potenzialmente più di 35mila ricoveri e almeno 14mila morti durante il periodo peggiore della pandemia.

Storia della Eli Lilly and Company

Fondata nel 1876 dal colonnello Eli Lilly, veterano della guerra civile americana, la Eli Lilly and Company ha uffici in 18 nazioni e i suoi prodotti sono in vendita in 125 Paesi del mondo. È presente anche in Italia con una sede a Sesto Fiorentino.

L’azienda è nota sul panorama farmaceutico soprattutto per farmaci psichiatrici quali il Prozac, oltr Dolophine (metadone). Inoltre, è stata fra le prime a produrre insulina umana utilizzando la tecnica del “Dna ricombinante”. Ne sono due esempi Humulin (farmaco insulinico) e Humalog (insulina lispro).


Tag: Anticorpi monoclonaliCovid-19Eli LillyFda