Salvini: “Green pass? O sbaglia tutto il mondo o in Italia si esagera”

Salvini si schiera dalla parte di chi manifesta: "Lavoro sia garantito a tutti. Voto di domenica è di futuro, ma c'è chi fa campagna elettorale su passato"

newsby Sara Iacomussi15 Ottobre 2021


Matteo Salvini interviene a proposito della delicata situazione del Green pass obbligatorio. E il leader della Lega chiede che nel giro di una manciata di mesi sia tolta ogni restrizione. Ma anche che sia garantito il diritto al lavoro di tutti.

Salvini e il Green pass: “Via tutto entro dicembre”


Ho sentito stamattina il presidente Draghi – ha spiegato Salvini –. Gli ho chiesto di fare il possibile per garantire il lavoro a tutti. Non è corretto escludere gli italiani dal lavoro. Lasciare a casa poliziotti, medici o infermieri non è giusto. La mia speranza è che se i dati continuano così entro novembre o fine anno non sia più necessario nessun certificato per andare a lavorare“.

Salvini ha quindi insistito su un tema sempre più spesso richiamato da destra e centrodestra nelle ultime settimane. In particolare da quando infuria il dibattito sull’obbligatorietà del Green pass. “Siamo tra i Paesi più vaccinati al mondo e il certificato è solo italiano. Quindi o sta sbagliando il mondo, o esageriamo noi“, ha aggiunto il leader della Lega da Torino, dove si trova per sostenere Paolo Damilano, in vista dei ballottaggi.

Come la Lega vuole cambiare Torino


Sono quindi seguiti alcuni suggerimenti per il futuro della città di Torino. “A Paolo Damilano chiedo un assessorato alla Disabilità e l’abbattimento delle barriere architettoniche“, ha affermato Salvini, mandando un messaggio chiaro al candidato di centrodestra. Lo ha incontrato davanti all’Ex Mio, luogo simbolo. “Dovevamo fare questa strada scortati dell’esercito e con fumogeni e pietre. Invece ci abbiamo lavorato ed è stato uno dei progetti di cui vado più orgoglioso“, ha fatto ancora sapere il segretario della Lega.

È la dimostrazione che volere è potere, e che liberare alcune zone di Torino è possibile. Il voto di domenica è di futuro, mentre qualcuno fa campagna elettorale sul passato. Chi si loda si imbroda, però fare due passi qui è qualcosa che non mi era mai capitato. Ed è bello. A un sindaco chiedo il rispetto delle regole“, ha concluso Salvini.


Tag: Green passLegaMatteo SalviniTorino