Renzi in Senato va all’attacco
di Conte: “Mercato indecoroso”

Nel giorno in cui l’esecutivo tenta di uscire indenne dall’esame di Palazzo Madama, l’ex sindaco di Firenze si scaglia pesantemente in Aula contro Conte: "Non si possono cambiare le idee per mantenere la poltrona"

newsby Lorenzo Grossi19 Gennaio 2021



Durante la discussione generale in Senato dopo discorso di Giuseppe Conte in Senato, Matteo Renzi coglie l’occasione per spiegare i motivi dello strappo di Italia Viva dal governo. E attacca duramente il presidente del Consiglio. L’ex sindaco di Firenze esamina inizialmente le difficoltà attuali italiane.

L’inizio del discorso in Senato di Renzi, che si rivolge a Conte


“Ci sono tre crisi aperte da tempo. Quella economica: l’Italia è quella messa peggio di tutte per la caduta del Pil. Quella sanitaria: il nostro Paese ha il peggior rapporto tra popolazione e decesso per Covid. Quella scolastica: l’Italia ha mandato i propri ragazzi meno di tutti gli altri Stati. Poi, l’affondo. “Sono mesi che le stiamo chiedendo con rispetto una svolta. Siamo stati responsabili con il ministro Bonafede. A luglio ho chiesto di discutere per tutto il mese agosto del Recovery Plan e non siamo stati ascoltati. E quando a dicembre ne abbiamo contestato la bozza, un ministro ha detto che io sono come Orban”.

Renzi rivendica il “salto di qualità” chiesto da tempo a Conte sul governo e lancia il suo refrain: “Ora o mai più”. E, dopo le parole del capo del governo di questa mattina, sostiene: Ora o mai più si può fare una discussione. Perché negli Stati Uniti ci sarà Biden, perché la Brexit ora gioca la sua sfida, perché quest’anno c’è il G20, perché è la scuola il luogo riparte un Paese.

“Lei dà l’impressione di preoccuparsi di piazzare qualcuno piuttosto del futuro del Paese”


Il leader di Italia Viva si chiede: “Chi perde oggi?”. La risposta è: “L’Italia, per la grande opportunità che sta perdendo”. E prosegue, rivolgendosi direttamente a Conte. “Lei ha dato l’impressione di preoccuparsi di piazzare qualcuno al posto giusto piuttosto che del futuro del Paese. Ha cambiato tre maggioranze, ha firmato il decreto Salvini e quota 100, è diventato europeista e fan di Biden. Ma non si possono cambiare le idee per cambiare la poltrona”.


In conclusione, Renzi cita un discorso di Mino Martinazzoli dell’87. “Lei ha scelto di arroccarsi e di attaccare gli altri in nome dell’irresponsabilità. Lei può venire in Parlamento a trovare la maggioranza, ma in ogni caso fate presto a dare risposte concrete”. Perché il Paese non si merita questo mercato indecoroso.


Tag: GovernoMatteo RenziSenato