Manovra, Bernini: “Taglio tasse e proroga cartelle esattoriali”

La senatrice di Forza Italia Anna Maria Bernini commenta il colloquio tra Draghi e la delegazione del partito a Palazzo Chigi sulla manovra

newsby Redazione30 Novembre 2021



Il presidente Barelli ed io rappresenteremo la posizione di Forza Italia e chiederemo a Draghi più coraggio sul taglio delle tasse, sulla proroga delle cartelle esattoriali, sulla casa e sulla riduzione delle bollette. Questi saranno i temi che presenteremo“. Così la Capogruppo di FI al Senato, Anna Maria Bernini, sulla manovra, entrando a Palazzo Chigi. “Stessi punti presentati dalla Lega? Noi con loro troviamo sempre un accordo“, ha concluso.

Bernini: “Ritirare emendamenti? Dipende, aspettiamo risposte dal Governo”


Abbiamo chiesto un’ulteriore riduzione della pressione fiscale, con altri 2 mld dedicati all’Irap e abbiamo insistito molto sulla proroga delle cartelle a giugno 2022 e chiesto che ristoratori e i baristi che hanno i tavolini fuori possano averli gratuitamente e una garanzia su bonus casa, non possiamo toglierli. Non ci hanno detto di no, hanno fatto una riflessione sui conti e aspettiamo risposte“. Così la capogruppo di FI al Senato Anna Maria Bernini lasciando Palazzo Chigi. “Se ritireremo i nostri emendamenti? Dipende, stiamo aspettando risposte. Sono 1.108 emendamenti di forma e di sostanza. Se i contenuti vengono accolti li ritiriamo gli emendamenti“, ha continuato.

Bernini: “Draghi disponibile a trovare una sintesi”


Abbiamo proposto di fare un fondo pubblico di garanzia che consenta almeno la rateizzazione delle bollette e su questa proposta abbiamo trovato il governo interessato. Lo stesso vale per quanto riguarda la gratuità del suolo pubblico per i tavolini di bar e ristoranti“. Così la capogruppo di FI al Senato Anna Maria Bernini lasciando Palazzo Chigi. “Se il governo ha chiesto rassicurazioni per evitare lo scontro in aula? No, non lo ha chiesto ma ci ha ascoltati per trovare una quadra – ha continuato -. Il presidente del Consiglio si è dichiarato disponibile a fare una sintesi sulle diverse posizioni. Per noi non c’è niente di scontato e siamo pronti a fare notturne e diurne per la legge di bilancio. Sappiamo che la coperta è cortissima, ma i contenuti possono cambiare. Utilizzare i fondi in maniera diversa può modificare in meglio la norma“.

Manovra, Barelli: “Draghi attento a nostri punti, siamo fiduciosi ma aspettiamo risposte”


Draghi è stato molto attento ai nostri punti fondamentali ed ora attendiamo risposte. Le sensazioni sono positive ma aspettiamo i risultati. Taglio delle tasse, riduzione bollette e differimento delle cartelle sono i nostri punti centrali su cui chiediamo maggiori finanziamenti. Inoltre, sostegno al sud e alle forze dell’ordine. Abbiamo fiducia e vediamo quali saranno le risposte“. Così il capogruppo di FI alla Camera, Paolo Barelli, lasciando Palazzo Chigi.

Manovra, Lupi (Misto): “Proponiamo ritorno medici scolastici”


L’emergenza ci sta dimostrando che c’è bisogno di una riorganizzazione anche nel settore scolastico. Noi con l’Italia sta dialogando con il sottosegretario alla salute Andrea Costa del ritorno dei medici all’interno della scuole, non è un ritorno al passato ma riscoprire le cose del passato. Prima i medici scolastici somministravano anche i medici, nel PNRR c’è un capitolo dedicato alla riorganizzazione sanitaria” commenta il Presidente di Noi con l’Italia Maurizio Lupi. La variante Omicron getta la popolazione in una grande preoccupazione, soprattutto quella scolastica. “La legge che abbiamo votato in Parlamento parla chiaro: mai più Dad” conclude.


Tag: Anna Maria BerninimanovraMaurizio LupiPaolo Barelli