Riaperture, Gasparri: “Chiediamo regole omogenee”

"La nostra mozione cerca di allungare i tempi di apertura, ci confronteremo con Draghi"

newsby Davide Di Carlo12 Maggio 2021



Nel corso della manifestazione organizzata a piazza del Popolo dai lavoratori dei centri commerciali italiani, il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri ha rilasciato alcune dichiarazioni. “Abbiamo appena parlato con il ministro Gelmini perché noi, sia con una mozione che si discuterà domani al Senato, sia con azioni all’interno del governo, chiediamo regole omogenee per tutte le attività commerciali. Noi riteniamo che i centri commerciali siano realtà che sappiano regolamentarsi da sole per non far diffondere il Covid. Gli affollamenti ci sono nelle feste dei tifosi e nelle manifestazioni di sinistra, ma nei centri commerciali non si possono fare“, ha affermato Gasparri. “Noi con la mozione vogliamo un allungamento dei tempi, ci confronteremo con Draghi e il governo. Tutti sono aperti al confronto, anche i centri commerciali. Insisteremo su questa linea per non creare disuguaglianze“, ha continuato.

Amministrative, Gasparri: “Io candidato sindaco di Roma? Non mi autocandido”


Gasparri ha poi escluso la possibilità di candidarsi a sindaco di Roma. “A sindaco di una grande città non ci si autocandida. Io oggi andrò a quest’incontro come responsabile nazionale di Forza Italia per parlare di tutte i capoluoghi che andranno al voto. Per le grandi città decideranno i leader dei partiti di centrodestra e vedremo se alcune soluzioni che abbiamo prospettato verranno portate avanti. Meglio prendersi qualche giorno in più ed essere uniti, invece di fare come il centrosinistra che a Roma ha tre candidati: Raggi, Gualtieri e Calenda. Io sono sempre candidabile per esperienza. Tutte le volte troverete sui giornali il mio nome per Roma, ma non ci si autocandida. Noi continuiamo con l’ipotesi Bertolaso, altrimenti si troveranno altre soluzioni“, ha continuato.

 


Tag: Maurizio GasparririapertureRoma