Forza Nuova, Orlando: “Il centrodestra butta palla in tribuna”

"In questo momento dobbiamo individuare le organizzazioni violente che sono in campo e che stanno producendo effetti pericolosi per la nostra democrazia"

newsby Francesco Maviglia12 Ottobre 2021



A margine di un incontro a Milano, Andrea Orlando, il ministro del lavoro, ha parlato dell’eventuale conflitto che potrebbe crearsi tra la mozione del centrodestra contro tutte le realtà eversive e quella del Pd e del centrosinistra. “Stanno buttando la palla in tribuna, perché le organizzazioni violente sono bandite dal codice penale, così come le forme di violenza. In questo momento si tratta di individuare quelle che sono in campo e che stanno producendo effetti pericolosi per la nostra democrazia, non di discutere in generale su fenomeno della violenza e dell’eversione, ma su quelle che è in campo in questo momento“, ha spiegato Orlando.

Ieri abbiamo assistito a una sorta di mondo alla rovescia. Di fronte alle dichiarazioni di Provenzano abbiamo avuto una richiesta di dimissioni da un palco franchista. Poi c’è stato Salvini che ha dichiarato che i fascisti non esistono più. Evidentemente quelli che hanno saltato la sede della Cgil sono stati degli Ufo o dei figuranti“, ha aggiunto il ministro.

Orlando a Grillo: “No a tamponi gratuiti per lavoratori”


Orlando si è poi dichiarato contrario alla proposta di Beppe Grillo di rendere i tamponi gratuiti per i lavoratori non vaccinati. “Io ho sempre detto una cosa, mi sembra ragionevole pensare a tutte le forme possibili di calmierazione, ma far diventare il tampone gratuito significa dire sostanzialmente che chi si è vaccinato ha sbagliato“, ha spiegato il ministro. “Io penso, invece, che noi dobbiamo dire che chi va a lavorare e chi ancora non è convinto può avere anche un trattamento parzialmente diverso rispetto a chi non deve andare a lavorare“, ha concluso Orlando.


Tag: Andrea OrlandoPd