David Sassoli, le immagini dalla camera ardente in Campidoglio

L'ultimo saluto a David Sassoli prima dei funerali a Roma: l'omaggio dei cittadini e delle più alte cariche dello Stato

newsby Redazione13 Gennaio 2022



Si è aperta questa mattina, 13 gennaio, alle 10.30 in Campidoglio la camera ardente per David Sassoli, presidente del Parlamento europeo scomparso lunedì all’età di 65 anni. Fra i primi a rendergli omaggio c’era il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che venerdì sarà presente anche ai funerali di Stato.

L’omaggio di politici e cittadini a David Sassoli


Sono attesi anche la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, e il numero uno del Consiglio europeo, Charles Michel. Presenti poi numerose delegazioni di parlamentari di diversi colori politici.


A rendere omaggio a Sassoli anche Maria Elisabetta Alberti Casellati, presidente del Senato e il presidente del Consiglio, Mario Draghi. Oltre, ovviamente, a molti cittadini comuni, accorsi in Campidoglio per unirsi al cordoglio della famiglia.

Letta: “Mobilitazione impressionante”


“È impressionante la mobilitazione di tantissimi cittadini in queste ore per David Sassoli – ha detto il segretario del Partito democratico, Enrico Letta -. È l’entusiasmo per l’Europa e per la buona politica che David ha saputo generare, a cui noi vogliamo dare seguito prendendo delle iniziative in nome di David Sassoli per la buona politica e per l’Europa”. Letta, durante il minuto di silenzio, non è riuscito a trattenere le lacrime.


Bersani: “Radicatissimo nei suoi valori”


Prima di entrare nella camera ardente, Pier Luigi Bersani ha voluto ricordarlo con queste parole: “Più che ricordare Sassoli per quel che ha fatto, ed è stato molto, mi piace ricordarlo per com’era: una persona che dietro un sorriso era radicatissimo nei suoi valori. Quindi per tutti quelli che lo hanno conosciuto, la notizia della morte è stata veramente un colpo al cuore”.

Nardella: “La sua eredità ci responsabilizza”


“Firenze è la città in cui David Sassoli è nato. Era molto legato alla città. Ricordo uno dei suoi ultimi discorsi, era rivolto all’Europa. Un’Europa che ancora dobbiamo costruire e ora più che mai dobbiamo fare nostra la sua eredità. Un’eredità pesante che ci responsabilizza. Ricorderemo Sassoli con molte iniziative nei prossimi mesi”. Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Rosato: “Grandissimo valore umano e politico”


“Una personalità di grandissimo valore umano e politico che ha caratterizzato il Paese. Un volto amico degli italiani, sia da giornalista che nel suo ruolo istituzionale. Una grande persona che mancherà al Paese e all’Europa – così Ettore Rosato, deputato di Italia Viva -. Un vero statista europeo, li dimostra anche la vicinanza da parte di tutti i leader d’Europa”.

Meloni: “Sassoli avversario leale, ci mancherà”


Di seguito le dichiarazioni di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. “Sassoli uno dei migliori avversari politici? Lo penso e lo confermo. Ho avuto a che fare con lui come presidente del partito dei conservatori europei. Era una persona che sapeva difendere con convinzione le sue idee, ma non aveva bisogno di essere cattiva o sleale. Lo sapeva fare sorridendo, aveva rispetto dell’avversario e sapeva stare al gioco lealmente. A me mancherà. Fossero tutti così i politici il gioco della politica sarebbe più alto. Condividevo poco e niente di quello che Sassoli diceva, ma riconosco il valore di chi si batte convintamente e con profondità. Lo ringrazio per quello che abbiamo fatto insieme, era una persona con cui era facile avere a che fare o scontrarsi. Era affascinante, mi dispiace molto”.

Gianni Letta: “Servitore esemplare del Paese”


“Un ricordo caro su Sassoli riguarda il suo periodo giornalistico. Ero amico di suo padre, un giornalista. Un giorno mi disse: ‘Ho questo ragazzo con la passione del giornalismo’. Sassoli ha iniziato con me a fare questo mestiere, perciò potete immaginare quanto gli volessi bene – ha raccontato Gianni Letta, consigliere politico di Silvio Berlusconi -. Era un bravissimo giornalista, pieno di curiosità. Non era presuntuoso, si preparava e studiava. Ha servito il Paese in maniera esemplare. Il clima dell’altro giorno in Parlamento non si era mai visto”.

Tajani: “Abbiamo perso un grande presidente”


Questo, infine, il ricordo di Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia: “Abbiamo perso un grande presidente. Un amico. Abbiamo collaborato tanto insieme. Ci siamo sempre sostenuti. Era una persona leale. Ci siamo sempre ritrovati, pur appartenendo a diverse forze politiche”.

L’arrivo del feretro di Sassoli in Campidoglio


Ad accogliere i familiari di Sassoli all’arrivo del feretro in Campidoglio è stato il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. I funerali di Stato, come detto, si terranno domani a Santa Maria degli Angeli.



Tag: Antonio TajaniCharles MichelDavid SassoliEnrico LettaEttore RosatoMaria Elisabetta Alberti CasellatiPier Luigi BersaniRoberto GualtieriSergio MattarellaUrsula Von der Leyen