Conte: “Ho parlato con Cingolani. Per noi no al nucleare”

"Salvini? Può andare in Francia, dove hanno scelto il nucleare. Lamorgese? È sotto gli occhi di tutte le persone che la ministra è competente e si sta impegnando al massimo"

article
newsby Lorenzo Sassi14 Settembre 2021



Al termine del suo incontro con Roberto Cingolani, avvenuto in presenza dei ministri del M5S, Giuseppe Conte ha ribadito la posizione del movimento sull’energia nucleare. “Ho parlato con Cingolani del tema del nucleare e ho ottenuto delle garanzie affinché l’Italia non abbracci l’energia atomica. No al nucleare: è stata questa la scelta degli italiani dopo il referendum ed è anche la sensibilità del Movimento. L’energia atomica costa molto. Stiamo puntando alle eco-tecnologie. Salvini? Può andare in Francia, dove hanno scelto il nucleare. Lamorgese? È sotto gli occhi di tutte le persone che la ministra è competente e si sta impegnando al massimo in un contesto molto difficile. Salvini il problema dell’immigrazione l’ha lasciato dove stava“.

Conte: “L’incontro con Cingolani è stato proficuo”


Conte ha definito “proficuo” l’incontro con Cingolani e ha spiegato che lui e il ministro della Transizione ecologica hanno “passato in rassegna stato dell’arte e progetti“. “La transizione ecologica deve essere nel Dna degli italiani. Il nostro obiettivo è arrivare alle neutralità climatica per il 2050. Abbiamo trovato sintonia con il ministro per quanto riguarda l’economia circolare. Il Movimento fornirà il contributo necessario. Abbiamo parlato del rincaro delle bollette. Dobbiamo intervenire per calmierare i costi. C’è una congiuntura internazionale che ne ha portato l’incremento. Ciò si ripercuote sulle famiglie in un momento di sofferenza dovuta alla pandemia. Dobbiamo trovare il modo per trovare delle soluzioni“, ha concluso Conte.


Tag: Energia NucleareGiuseppe ConteMovimento 5 StelleRoberto Cingolani