Expo, gli studenti rispondono alle domande degli esperti sull’ambiente

Il forum “Scientific Relay” ha visto la partecipazione di promettenti ricercatori e brillanti scienziati. È stato ospitato dall’Accademia del Padiglione Italia

article
Il logo dell'Esposizione Universale Expo Dubai 2020
newsby Alessandro Bolzani6 Ottobre 2021


La settimana di Expo dedicata al cambiamento climatico e alla biodiversità prosegue con vari eventi, alcuni dei quali coinvolgono anche il Padiglione Italia. Proprio oggi, presso l’Accademia, si è svolto il forum “Scientific Relay”. Durante questo evento di formazione si è verificata una peculiare inversione dei ruoli: per una volta sono stati gli scienziati a porre delle domande agli studenti sui temi irrisolti in materia di sostenibilità e tutela dell’ambiente.

Ecco la descrizione dell’evento presente sul sito ItalyExpo2020: “In questo evento, a ruoli invertiti, dieci tra i più grandi scienziati porranno domande inerenti temi irrisolti che affliggono oceani, città e montagne a dieci promettenti ricercatori a cui spetterà il compito di dare una risposta”.

Sempre all’Accademia si è svolta un’iniziativa sulla barriera corallina delle Maldive. L’evento si è concentrato sul progetto Marhe, nato da una collaborazione tra l’Università degli Studi Milano Bicocca e il governo delle Maldive.

Expo, primo appuntamento con “Innovation Talks”

Un alto evento da non perdere si terrà domani, giovedì 7 ottobre. Si tratta del primo appuntamento con gli Innovation Talks, “incontri con le aziende italiane e internazionali per discutere di innovazione, tecnologia, sostenibilità e futuro del business nella società”. La prima discussione riguarderà il “Consumo razionale, lo sviluppo sostenibile e la green economy” (“Recycling for a sustainable development”). Durante questo e altri appuntamenti, i manager delle principali aziende italiane potranno illustrare strategie e obiettivi per i prossimi anni, confrontandosi con le principali controparti degli Emirati Arabi Uniti.

Ecco la descrizione dell’evento: “In una società sempre più attenta alla qualità ambientare e dell’abitare, vale la pena interrogarsi sul potenziale del recupero e della riqualificazione di spazi già edificati e abbandonati, ai quali dare nuovi scopi e significati. La rigenerazione urbana integra agli aspetti ambientali ed economici quelli sociali e culturali per ottenere, a partire dalla sostenibilità ambientale, un impatto sociale positivo sulle comunità: l’evento presenta l’eccellenza italiana in questo settore, approfondendo gli ambiti della decarbonizzazione, dell’economia circolare, dell’efficienza idrica, dell’uso del suolo e della biodiversità, del benessere e della salubrità“.


Tag: Expo Dubai 2020