Expo, il “Rinascimento Urbano” visto dai giovani architetti

I vincitori dell'omonima call prenderanno parte a un workshop il 4 e il 6 novembre presso il Padiglione Italia. Nei loro commenti entusiasmo e voglia di mettesi alla prova

article
YouTube - ItalyExpo2020
newsby Alessandro Bolzani8 Settembre 2021


Il 4 e il 6 novembre si svolgerà presso il Padiglione Italia un workshop organizzato dalla Fondazione Inarcassa, a cui potranno prendere parte i 15 architetti e ingegneri che hanno vinto la call internazionale “Rinascimento Urbano”. L’evento si svolgerà in occasione della Urban & Rural Development week e permetterà ai professionisti di lavorare sotto la guida di architetti e ingegneri di fama internazionale su un progetto di riqualificazione dell’area del Downtown Boulevard di Dubai. All’evento di apertura del 4 novembre interverrà anche il professor Carlo Ratti, co-progettista, assieme a Italo Rota, del Padiglione Italia. In attesa del workshop, gli architetti e gli ingegneri che hanno vinto la call hanno raccontato le loro aspettative in una serie di video.

I commenti degli architetti che parteciperanno al workshop

Alice Olivetto, giovane architetto della provincia di Varese, ha parlato di “un’occasione che si presenta una sola volta nella vita, per crescere sia professionalmente che umanamente. Creare opportunità, connettere le menti e lavorare insieme da un obiettivo comune: è questo che mi aspetto da Expo 2020”. Olivetto si immagina il workshop come un lavoro di squadra “capace di abbattere ogni barriera per progettare qualcosa di migliore tutti insieme”. Anche il venticinquenne Enrico Vidulich non vede l’ora di approfittare di questa opportunità unica per confrontarsi con i professionisti di tutto il mondo all’Esposizione Universale. “Sono sempre stato attratto dalle nuove esperienze e non mi sono mai precluso delle opportunità. La voglia di conoscere e migliorarmi mi ha portato ad aderire alla call per l’Expo. Si tratta di un’occasione unica per confrontarsi con professionisti da tutto il mondo”, ha dichiarato.

Spazio anche all’ingegneria

Tra i partecipanti al workshop ci saranno anche degli ingegneri. Una di loro è la 34enne Elena Biason, originaria della provincia di Pordenone. “Ho deciso di partecipare alla call per potermi confrontare con professionisti di calibro internazionale e per poter allargare le mie competenze nell’ambito della sostenibilità in un contesto particolarmente interessante. L’opportunità che vedo da questa esperienza è quella di creare un network di professionisti con diverse competenze nell’ambito della progettazione urbana”.


Tag: Expo Dubai 2020