Whirlpool, Nobis (Fim Cisl): “Non è stato presentato consorzio”

Una corsa contro il tempo per rilanciare lo stabilimento della Whirlpool di Napoli: appesi a un filo i licenziamenti

newsby Davide Di Carlo28 Settembre 2021



Sale il numero delle aziende  interessate al rilancio del sito della Whirlpool di Napoli, ma i licenziamenti dei lavoratori sono appesi a un filo. Fissato oggi al Mise il calendario di appuntamenti tra azienda, Invitalia, sindacati e governo. “L’incontro di oggi ha confermato che ci sono gli ingredienti per fare un buon prodotto, ma al momento non conosciamo ancora il percorso“. Così il segretario nazionale Fim Cisl, Massimiliano Nobis, a margine dell’incontro con la viceministra Todde al Mise. “Abbiamo chiesto di sapere il piano industriale e i tempi. Oggi non è stato presentato il consorzio. Abbiamo sentito ancora l’assenza di Whirlpool e dal 16 ottobre potrebbero partire i licenziamenti“. Lo ha detto Massimiliano Nobis a margine dell’incontro con la viceministra Todde.

Whirlpool, Tibaldi (Fiom): “Altre due aziende si uniscono al consorzio, ma non sappiamo i nomi”


L’incontro di oggi ha finalmente stabilito un percorso serrato. Ci saranno 4 appuntamenti da qui al 15 ottobre. Abbiamo chiarito un tema: per noi non ci devono essere perdite di posti di lavoro. Serve che il governo si muova e che Whirlpool smetta di ricattarci“. Così la segretaria nazionale Fiom, Barbara Tibaldi, a margine dell’incontro con la viceministra Todde al Mise. La notizia di oggi non riguarda i nomi ma l’interesse verso il consorzio. Dalle 5 aziende, sembrerebbe che altre due si stanno avvicinando. Sarà una buona notizia quando si sapranno i nomi e i cognomi, ma soprattutto le azioni che vogliono portare avanti“, ha concluso.


Tag: Barbara TibaldiMassimilano NobisNapoliWhirlpool