Omicron, la criptovaluta omonima guadagna il 900% in poche ore

Oltre a quello dell’ultima variante del Covid-19, Omicron è anche il nome di una criptovaluta che negli ultimi giorni ha avuto un’impennata nel valore

article
newsby Alessandro Boldrini2 Dicembre 2021


Omicron non è soltanto il nome dell’ultima variante del Covid-19. Omicron è infatti anche il nome di una criptovaluta che, negli ultimi giorni, sfruttando proprio le preoccupazioni per la diffusione della mutazione del virus nel mondo ha avuto un’impennata del proprio valore.

L’impennata “grazie” alla variante del Covid

La moneta virtuale ha dunque guadagnato grazie all’omonimia con la denominazione greca che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha dato al ceppo B.1.1.529 del Covid scoperto in Sudafrica. E così il token è finito per raggiungere il suo massimo storico lunedì, durante la sessione di trading sui mercati asiatici.

Stando alle stime di Bloomberg, il valore di Omicron ($OMIC) è balzato del 900% nel giro di poche ore. Più precisamente, l’asset è cresciuto del 945% da sabato, passando da 65 a 689 dollari. Un balzo quasi incredibile se pensiamo che questa criptovaluta è nata a novembre, cioè da nemmeno un mese.

Le montagne russe e il caso di Squid Game

La stessa Bloomberg definisce la cripto Omicron “una scommessa sull’attenzione” e ha registrato delle vere e proprie montagne russe durante la sessione di trading. Perché dopo il massimo storico, le quotazioni del token sono piombate a 200 dollari per poi risalire sopra quota 400. Un andamento tipico di una speculazione in corso.

Un caso simile a quello della criptovaluta di Squid Game, esplosa (e poi implosa) nel giro di poco tempo grazie al successo della serie tv sudcoreana di Netflix. Alla fine, però, $SQUID si è rivelata una truffa, con i promotori del token che sono spariti dopo aver incassato gli investimenti – circa tre milioni di dollari – degli investitori.

Cosa sappiamo sulla criptovaluta Omicron

Anche in quel caso il valore della moneta virtuale era salite a cifre “monstre”, fino a 2.856 dollari, per poi crollare vertiginosamente a quota zero. Al momento, comunque, di Omicron si sa poco e nulla. Sarebbe infatti basata su Arbitrum, secondo livello di Ethereum. Avrebbe poi un tetto massimo di un milione di $OMIC da minare e sarebbe disponibile solamente sulla piattaforma di scambio SushiSwap.


Tag: Covid-19CriptovaluteVariante Omicron