Non solo Renatino e il Parmigiano, tutte le pubblicità che hanno fatto discutere

Dallo spot per la regione Calabria a firma di Muccino, alla pubblicità di Dolce & Gabbana con la modella cinese, sino alla celeberrima campagna di Amica Chips con Rocco Siffredi

article
Foto Spot Parmigiano Reggiano
newsby Linda Pedraglio3 Dicembre 2021


Sta facendo molto discutere la nuova pubblicità del Parmigiano Reggiano a firma del regista Paolo Genovese. Protagonista del cortometraggio è Renatino, un giovane casaro, dedito alla preparazione del Parmigiano, 365 giorni all’anno. Non ha mai visto il mare, né Parigi, non ha mai indossato un paio di scii, ma Renatino è felice, o almeno sembra. La rappresentazione del giovane casaro, dedito soltanto al lavoro, senza nemmeno un giorno di ferie l’anno, ha sollevato una vera e propria bufera sul web. Molti utenti hanno accusato il consorzio di celebrare lo sfruttamento dei lavoratori. L’azienda emiliana ha replicato porgendo le sue scuse e annunciando una modifica dello spot pubblicitario tanto discusso.

Ci dispiace se la volontà di sottolineare la passione dei nostri casari è stata letta con un messaggio differente, che non abbiamo avuto la sensibilità di rilevare e che, grazie al dibattito in rete, raccogliamo con grande rispetto”. Lo ha detto Carlo Mangini, direttore comunicazione, marketing e sviluppo commerciale del Consorzio Parmigiano Reggiano. “Questa la ragione che ci conduce a modificare lievemente la pianificazione della campagna, potendo intervenire sul quarto spot apportando alcune modifiche che accoglieranno quanto emerso“.

Tutte le pubblicità che hanno fatto discutere

Non è la prima volta che uno spot pubblicitario non centra il bersaglio. Il caso di Renatino ci riporta ad altre famose e controverse pubblicità. Dallo spot per la regione Calabria a firma di Muccino, alla pubblicità di Dolce & Gabbana con la modella cinese, sino alla celeberrima campagna di Amica Chips con Rocco Siffredi. Di seguito, alcune delle più discusse pubblicità nella storia della televisione.

Muccino e il controverso spot sulla Calabria

Calabria terra mia“, l’opera del regista Gabriele Muccino, costata 1,6 milioni di euro e commissionata lo scorso anno dal governo regionale per ridisegnare l’immagine della Calabria, scatenò molte polemiche. Presentato al festival cinematografico di Roma, il cortometraggio diventò virale sul web, con commenti negativi da parte di migliaia di utenti. Finito sotto accusa per i presunti cliché, il cortometraggio si rivelò un flop totale.





Dolce & Gabbana e la pubblicità che ha fatto infuriare la Cina

Nel 2018 la griffe italiana Dolce & Gabbana fu costretta a cancellare un’importante sfilata a Shangai in Cina dopo le accuse di razzismo rivolte all’azienda. Al centro delle polemiche finirono una serie di spot pubblicitari “pieni di stereotipi” sulla Cina e i cinesi. Pochi giorni dopo, tutti i principali siti di e-commerce del paese asiatico estromisero il brand di moda italiano con un danno pari a 36 milioni di euro.





Amica Chips e la campagna con Rocco Siffredi

Ormai da diversi anni, Amica Chips può contare su un testimonial d’eccezione, il pornoattore Rocco Siffredi. Giocando su malizia e doppi sensi, alcuni di questi famosi spot pubblicitari hanno generato un’ondata di polemiche. Uno spot fu rimosso, a pochi giorni dal rilascio, dopo che il codice di Autodisciplina Pubblicitaria ne dispose la cessazione, per aver violato gli articoli 9 (violenza, volgarità e indecenza) e 10 (convinzioni morali, civili, religiose e dignità della persona).






Tag: Amica ChipsDolce & Gabbanagabriele muccinoParmigiano ReggianoRocco Siffredi