Murgia contro Barbero: “Ha descritto un mondo a misura di maschio alfa”

Dopo lo scivolone di Barbero sul divario di genere, la scrittrice Michela Murgia scende in campo e spiega perché le affermazioni dello storico sono fuori tempo

article
Foto Wikimedia Commons
newsby Linda Pedraglio22 Ottobre 2021


Dopo le polemiche sul Green Pass, Alessandro Barbero torna al centro delle cronache per alcune  dichiarazioni controverse sul divario di genere tra uomini e donne. Alla provocazione dello storico, ha risposto la scrittrice Michela Murgia, con un intervento a Radio Capital, accusando Barbero di aver descritto “un mondo a misura di maschio alfa“.

Barbero e il divario “strutturale” di genere

Rischio di dire una cosa impopolare, lo so, ma vale la pena di chiedersi se non ci siano differenze strutturali fra uomo e donna che rendono a quest’ultima più difficile avere successo in certi campi“, aveva detto Barbero in un’intervista a La Stampa. “È possibile che in media, le donne manchino di quella aggressività, spavalderia e sicurezza di sé che aiutano ad affermarsi? Credo sia interessante rispondere a questa domanda“, aveva proseguito lo storico”. Concludendo: “Non ci si deve scandalizzare per questa ipotesi, nella vita quotidiana si rimarcano spesso differenze fra i sessi“.

Murgia: “Donne meno aggressive? Si chiama patriarcato”

Ma la domanda provocatoria di Barbero non convince Michela Murgia. “Il professor Barbero dice che è giusto porsi questa domanda. La domanda era legittima fino a sessant’anni fa, prima della rivoluzione culturale degli anni Sessanta e Settanta. Ma adesso la risposta a quella domanda è già stata data“, esordisce Murgia. “Che in un sistema patriarcale le donne siano cresciute per essere meno assertive, meno ambiziose, meno spavalde è comprovato. Il risultato di questo processo non si chiama femminilità, ma patriarcato“, aggiunge la scrittrice. “Se continui a regalare le bambole alla bambine e i microscopi ai maschietti, stai strutturando gli interessi di una persona sin dall’infanzia. C’è un’educazione sociale, che  vuole le donne più remissive, ancillari“, continua Murgia.

Murgia: “Ha detto una cosa letteralmente ignorante”

Il fatto che Barbero non sappia rispondere esattamente a questa domanda, la dice lunga sull’educazione alla parità di genere“, secondo Murgia. “A me dispiace che gli stia cadendo addosso una bufera di tale portata, ma è anche giusto che si assuma le sue responsabilità“, prosegue la scrittrice. “Quello che descrive Barbero è un mondo a misura di maschio alfa“, sottolinea l’autrice del podcast Morgana. “Tuttavia voglio spezzare una lancia per Barbero. Ha detto sicuramente una cosa letteralmente ignorante, ma quello che lui ha espresso è un pensiero assolutamente diffuso“. Così conclude il suo intervento Michela Murgia, dispiaciuta che un autorevole storico abbia offerto una ragione ulteriore “ai maschilisti da bar“.


Tag: Alessandro BarberoDivario di genereMichela Murgia