Pisa, visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Prima l'arrivo al Palazzo della Sapienza e poi l'inaugurazione dell'anno accademico. "Addolorano gli atti di violenza delle ultime settimane"

newsby Emanuele De Lucia18 Ottobre 2021



Stamattina il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato nella città di Pisa, dove è venuto ad inaugurare l’anno accademico al PalaCus, dopo aver visitato il Palazzo della Sapienza, simbolo e sede storica dell’Ateneo. Il suo arrivo in città è stato atteso dai cittadini e anche da alcuni manifestanti contro il Green Pass. Nel primo pomeriggio la visita di Mattarella continuerà nel Parco di San Rossore, dove si trova l’ex residenza del presidente della Repubblica, Villa del Gombo, dove si parlerà di fondi europei Fse e Fser. In questa cornice arriveranno ottanta giovani selezionati e divisi in dieci gruppi e laboratori, dove saranno elaborate proposte di politiche culturali per il prossimo futuro.

Mattarella a Pisa, visita al palazzo della Sapienza


Prima dell’inaugurazione dell’anno accademico al PalaCus, Mattarella ha visitato il Palazzo della Sapienza. Davanti alla sede storica dell’Ateneo, il capo dello Stato ha salutato il governatore della Toscana Eugenio Giani. Ha incontrato anche il sindaco di Pisa Michele Conti e il presidente della Provincia pisana Massimiliano Angori.

Pisa, Mattarella: “Addolora la violenza che ostacola la ripresa del Paese”


Sorprende e addolora che proprio oggi che vediamo una ripresa, e non quando vi erano momenti con l’orizzonte oscuro, quando si temeva il crollo del Paese, esplodono fenomeni, iniziative e atti di violenza e di aggressiva contestazione. Quasi a volere ostacolare la ripresa che il Paese sta vivendo e che deve essere condotta a buon fine con fatica e impegno“. Lo ha dichiarato Mattarella nel suo intervento alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico all’Università di Pisa.

Pisa, Mattarella: “C’è una pericolosa deriva antiscientifica”


Questo anno accademio è un nuovo inizio per le condizioni che abbiamo attraversato e per quello che rappresenta riaprire l’attività accademica” ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Ci vuole grande fiducia nel futuro. C’è una deriva antiscientifica che si registra un po’ ovunque, anche nel nostro Paese, sia pure in piccole dosi“. E ha continuato: “Noi dobbiamo molto alla scienza. Abbiamo passato un periodo lungo, che non dobbiamo dimenticare, anche per il rispetto ai morti. Tutto questo è alle spalle perché la scienza ci ha consegnato i vaccini e perché le misure di distanziamento e le mascherine hanno sconfitto, o almeno speriamo di averlo fatto, il contagio“.

Pisa, il rettore Mancarella: “La pandemia ci ha insegnato l’importanza della scienza”


Paolo Maria Mancarella, rettore dell’Università di Pisa, ha sottolineato le parole del Capo dello Stato e condannato le voci populiste di questi giorni: “La deriva antiscientifica purtroppo ha avuto delle manifestazioni evidenti in questo Paese, però la pandemia ci ha insegnato l’importanza della scienza. Sta a noi portare l’impegno di trasmettere ai cittadini la fiducia nella scienza“.


Tag: PisaSergio Mattarella