Napoli, razzismo e minacce di morte dal datore di lavoro: la storia di Zoumana

L'uomo aveva provato a richiedere un regolare contratto dopo due anni, ma la situazione ha preso una brutta piega. Ora è impaurito e senza lavoro

newsby Luca Leva3 Novembre 2021



Offeso, malmenato e minacciato di morte dal datore di lavoro. È questa la storia di Zoumana Karidoula, meccanico ivoriano in Italia dal 2017. Il suo peccato? Aver tentato di sottrarsi al suo datore di lavoro dopo la richiesta di un regolare contratto. “Ho denunciato ma ora ho paura e, soprattutto, sono senza lavoro” ha raccontato Zoumana.

L’avvocato Sedu: “Zoumana è stato insultato e schiaffeggiato per futili motivi”

Lui ha fatto una semplice richiesta di legalità. Vive da quattro anni in Italia e negli ultimi due anni ha lavorato per lo stesso datore di lavoro“, spiega l’avvocato Sedu, legale di Zoumana. “Da quanto è emerso finora dalle indagini, quasi tutti i giorni veniva vessato con insulti a sfondo razziale. Tutto è culminato negli ultimi giorni, quando il mio cliente ha fatto una legittima richiesta di un contratto di lavoro. Il datore di lavoro lo ha offeso telefonicamente. In passato era arrivato a schiaffeggiarlo per motivi futili. Il tutto per una presunta superiorità di questa persona, che ha cercato di imporre a Zoumana. Ora il mio cliente ha denunciato e la procura competente è già all’opera per fare giustizia. A causa di questa scelta si è ritrovato impaurito e senza lavoro. Faccio un appello a tutti quanti: chi ha bisogno di un lavoratore in un’officina meccanica valuti di dare una possibilità a Zoumana“, ha concluso Sedu.


Tag: Razzismo