I Vigili del Fuoco di Roma e Lazio protestano a Montecitorio

Il grido unanime: "Rivendichiamo i nostri diritti"

newsby Davide Di Carlo20 Maggio 2021



I Vigili del Fuoco di Roma e Lazio hanno portato avanti una protesta pacifica davanti al Parlamento per cercare di accendere i riflettori nei confronti di un settore che necessita di maggiori risorse. La necessità di un appalto per i servizi mensa, la carenza di mezzi, attrezzature e personale, sono alcuni dei punti che li ha spinti a scendere in piazza. La manifestazione, indetta dalla FP CGIL e dalla FNS CISL di Roma e Lazio, ha visto la partecipazione di alcuni pompieri della regione. “Rivendichiamo i nostri diritti“, è stato il grido unanime dei manifestanti.

Gasparri: “Vigili del Fuoco risorse per Paese. Fatte nostre le loro richieste, le porteremo avanti”


Durante la protesta dei Vigili del Fuoco, il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri ha rilasciato alcune dichiarazioni. “Come forza di maggioranza di governo abbiamo chiesto ed ottenuto, dal ministro della Funzione Pubblica, di avviare le trattative per il nuovo contratto per il comparto del servizio pubblico. I ministri competenti si sono già riuniti le scorse settimane ed hanno fatto una ricognizione sulle risorse e i problemi. Nei prossimi giorni i sindacati verranno convocati. I Vigili del fuoco sono un corpo importante perché, sia per le grandi sciagure e sia per i piccoli problemi, rappresentano la risorsa primaria. Ci facciamo carico di alcune loro richieste e le porteremo avanti“, ha spiegato Gasparri.


Tag: Maurizio GasparriVigili del fuoco