Covid, riapre l’ospedale in Fiera a Milano: accolto il primo paziente

L'arrivo dell'ambulanza con il primo paziente Covid nella struttura allestita in Fieramilanocity. Riaperti due moduli di terapia intensiva

newsby Antonio Lopopolo14 Gennaio 2022



Con l’arrivo della prima ambulanza ha riaperto i battenti l’ospedale in Fiera a Milano per i pazienti Covid. Regione Lombardia ha inviato la richiesta di riattivazione al Policlinico di Milano, che coordina la struttura ed è presente all’interno con il suo personale oltre a quello del Niguarda. L’ospedale in Fiera sorge all’interno dei padiglioni 1 e 2 del Portello a Fieramilanocity, per un totale di oltre 25mila metri quadri di superficie.

Il progetto del nosocomio è nato in piena emergenza Covid dalla collaborazione fra Regione Lombardia e Fondazione Irccs Ca’ Grande Ospedale Maggiore Policlinico. Quella di oggi, 14 gennaio, è la terza riapertura dei moduli di terapia intensiva dell’ospedale in Fiera, dove finora sono stati ricoverati oltre 500 pazienti. Le precedenti risalgono all’aprile-giugno 2020 per la prima ondata e al periodo fra ottobre 2020 e giugno 2021.

Covid, l’arrivo del primo paziente all’ospedale in Fiera a Milano


La struttura temporanea in Fieramilanocity torna quindi ad accogliere pazienti con Covid-19 che hanno bisogno di cure intensive da tutto il territorio lombardo. Ciò è possibile anche grazie alla stretta collaborazione con la direzione generale Welfare di Regione Lombardia. I primi due moduli attivati sono di 15 posti letto ciascuno. Qui saranno accolte parte delle nuove richieste di ricovero per i pazienti più gravi con Covid, in modo da “alleggerire” le terapie intensive degli ospedali lombardi per poterle dedicare ai pazienti con altre patologie.


Tag: Covid-19Milano