Covid, De Luca: “Se aumentano contagi niente Capodanno in piazza”

Il presidente della Campania: "Io sono convinto che sarebbe meglio evitare occasioni di diffusione del contagio, ma valuterò nei prossimi giorni anche in base all'andamento dell'epidemia"

newsby Redazione2 Dicembre 2021



Nel corso di un’intervista ai nostri microfoni, Vincenzo De Luca, il presidente della Campania, ha parlato del possibile impatto dei contagi sul Capodanno. “Io sono convinto che sarebbe meglio evitare occasioni di diffusione del contagio, ma valuterò nei prossimi giorni anche in base all’andamento dell’epidemia. Per quello che mi riguarda, credo che sia opportuno esprimere da oggi un’opinione e dare un suggerimento a tutti: è bene evitare ogni occasione di contagio. Ovviamente si può fare anche una valutazione di tipo diverso. Si potrebbe ipotizzare, per esempio, che l’organizzazione delle feste in piazza limiterà quelle al chiuso, ma io non credo che sarà così. La serata di Capodanno non finisce a mezzanotte, dopotutto. Sono del parere di ridurre il più possibile le occasioni di contagio“, ha spiegato.

De Luca: “Non vorrei che per festeggiare Capodanno dovessimo pagare un prezzo pesante dopo”

Chi è in grado di fare controlli la notte di Capodanno? Nessuno. Non vorrei che per una festa dovessimo poi pagare un prezzo pesante nei mesi successivi“, ha aggiunto De Luca. “Per oggi credo sia meglio affidarsi alle valutazioni delle singole amministrazioni, salvo l’insorgere una drammatica emergenza di contagi. In quel caso farò ordinanze che saranno vincolanti per tutti“, ha concluso De Luca.


Tag: CapodannoCovid-19Vincenzo De Luca