Autore: Giulia Torbidoni

Classe 1983, marchigiana a Bruxelles da 4 anni, dal 2017 realizzo in totale autonomia servizi videogiornalistici. Copro i lavori delle istituzioni europee e mi sposto dalla capitale belga alla alsaziana Strasburgo per seguire le plenarie dell'Eurocamera. Appassionata di politica e di musica, mi sono laureata a Bologna in lettere classiche indirizzo archeologico e ho conseguito il diploma in pianoforte al Conservatorio Rossini di Pesaro. Sono giornalista professionista dal 2010.

“Credo non si possa escludere qualche rallentamento nella velocità della ripresa. Quello che credo si può escludere è che le nostre economie subiscano da queste nuove restrizioni conseguenze altrettanto gravi di quelle che hanno subìto con i precedenti lockdown. L’esistenza dei vaccini ci garantisce innanzitutto la nostra salute, ma ci garantisce anche che le conseguenze economiche saranno molto più limitate e che la ripresa magari rallenta un po’, ma certamente prosegue”. Lo ha dichiarato il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni. Entro Natale l’accordo per la prima rata del Recovery Fund Parlando della prima richiesta di esborso nell’ambito del Next Generation…

Read More

Un omaggio a Gianmaria Testa per riprendere un tema sempre scottante. Neri Marcorè è stato protagonista, all’Istituto italiano di Cultura a Bruxelles, dello spettacolo ‘Di mare e di vento – Viaggio nella musica di Gianmaria Testa’ dedicato all’artista scomparso, nel 2016, a soli 57 anni dopo aver lottato contro il cancro. Tema principale quello delle migrazioni, carissimo allo stesso Testa. Marcorè ha così preso come ispirazione l’album del musicista piemontese, ‘Da questa parte del mare’ per parlare, ormai da due anni e mezzo a questa parte, cioè da quando è nata l’idea dello spettacolo, di un argomento sempre scottante. Neri…

Read More

Ore di trattative e riunioni fiume non sono bastate: i leader dei 27 Stati membri dell’Unione europea non hanno trovato l’accordo su una politica comune sull’energia, da perseguire per combattere il “caro bollette” e assicurare la transizione energetica. A confermarlo è il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, che dopo il Summit europeo di giovedì ha parlato in conferenza stampa. Ue, energia: tutto rimandato al prossimo Consiglio “L’energia è un argomento serio e importante – ha esordito Michel -. Ha un impatto sulle famiglie, sul loro potere di acquisto, sulle imprese europee e sulla competitività delle imprese stesse. Abbiamo avuto…

Read More

In aula plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo, Ursula von der Leyen, la presidente della Commissione europea, ha parlato delle tensioni tra Russia e Ucraina. “Voglio qui ribadire il nostro impegno incrollabile nei confronti della sovranità dell’Ucraina e della sua integrità territoriale, oltre al diritto di ogni Stato sovrano di determinare il suo futuro. Vogliamo avere buone relazioni con la Russia ma che questo sia possibile dipende dal suo comportamento e in questo momento Mosca sta scegliendo un atteggiamento aggressivo verso i suoi vicini”, ha spiegato von der Leyen. “Ulteriori atti aggressivi contro l’Ucraina avranno costi importanti per la Russia.…

Read More

“Dobbiamo tornare indietro di trent’anni. Il crollo dell’Unione Sovietica è stato un processo piuttosto che un evento, eppure era inimmaginabile per molti. Si è concluso il lungo periodo della guerra fredda e molti degli Stati membri dell’Urss sono oggi membri dell’Ue”. Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, in merito al dibattito sull’anniversario della fine dell’Unione Sovietica. “Il passaggio alla democrazia richiede anni, così come la creazione di nuove istituzioni, di nuove procedure, il cambiamento di abitudini e mentalità. Le nostre relazioni con la Russia sono, tuttavia, al punto più basso oggi delle relazioni tra Ue e…

Read More

Chiuse le riunioni orierne del Consiglio Affari Interni dell’Unione Europea, la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ha riepilogato i temi principali nel corso di un punto stampa a margine degli appuntamenti di Bruxelles. Tra questi, si segnala una forte presa di posizione sulla questione legata alla redistribuzione sul territorio Ue dei migranti e dei richiedenti asilo politico. Lamorgese: “Premiare Paesi solidali, penalizzare chi non partecipa” “I nodi da sciogliere (sul Patto sulla migrazione e l’asilo, ndr) li scioglieremo con il semestre di presidenza francese – ha detto Lamorgese ai cronisti -. Speriamo che il principio di solidarietà venga abbinato sempre al…

Read More

“L’Italia è già intervenuta con un protocollo per contrastare il caporalato che non riguarda purtroppo solo l’agricoltura, ma anche settori tecnologicamente avanzati, come quello dei lavoratori intermediati da piattaforme”. Lo afferma il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, a margine del Consiglio Occupazione dell’Ue a Bruxelles. “Ma questo non è sufficiente – aggiunge il ministro -. Per questo, con altri Paesi europei, abbiamo scritto una lettera alla Commissione per sollecitare un’iniziativa a livello di Unione che disciplini queste categorie di lavoratori e proprio nei prossimi giorni la Commissione disporrà un pacchetto di interventi che affronterà questo tema”. “E noi non possiamo…

Read More

Prima di partecipare alla plenaria del Comitato europeo delle regioni, Donatella Porzi, consigliera regionale dell’Umbria, ha parlato ai nostri microfoni delle politiche di genere e di altre questioni. “Come si può concretizzare (la politica di genere, ndr)? Il fondo sociale europeo, andando a incidere sulla formazione e i servizi, può garantire quelle strutture che permettono alla donna di svolgere un lavoro e avere una famiglia. I fondi sullo sviluppo regionale possono predisporre misure specifiche con cui dare fondi destinati all’occupazione femminile, colmando i gap. Noi dobbiamo pensare a una connessione in verticale tra le istituzioni e la questione di genere…

Read More

“L’Europa delle Regioni ha contatto diretto con i cittadini. Le Regioni sono chiamate agli interventi veri, concreti. La pandemia, in Italia, ha avuto certo l’utile e accordo indirizzo del generale Figliuolo, ma le macchine organizzative sono state tutte quelle delle Regioni. Abbiamo messo su una macchina organizzativa che ci ha consentito di arrivare a una vaccinazione dell’83,2%. Non è stato lo Stato, ma le Regioni a mettere su questa macchina organizzativa”. Così Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, a Bruxelles per partecipare alla plenaria del Comitato europeo delle Regioni. Giani: “Il giovane è oggi, nel presente, parte della società” “Nel…

Read More

“Vengo da una Regione dove siamo oltre il 90% dei vaccinati e abbiamo quasi 700 mila dosi sulle terze dosi”. Così Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, a Bruxelles per partecipare alla plenaria del Comitato delle Regioni. “Continuo a pensare che la persuasione sia la strada maestra, anche perché tra i No Vax c’è di tutto. Continuo a credere nella persuasione e nelle scelte corrette fatte dal governo di Mario Draghi. Anche perché, debbo dire, l’obbligo vaccinale, anche nei piccoli numeri, non è di semplice attuazione. Ad esempio, un Green Pass rafforzato, che nega la possibilità di frequentare luoghi pubblici,…

Read More